home page home page
news_page team page
video_page dovesiamo_page
fotogallery_page team page
Facebook
Twitter
opt01

XVI edizione del premio Pelmo d'Oro

Il 27 luglio 2013 alle 10.00 presso il Centro Culturale "F. Parri" si è svolto il Premio "Pelmo d'Oro", giunto ormai alla 16° edizione. Il premio viene assegnato per particolari meriti acquisiti da persone, enti pubblici e privati nell'ambito dell'alpinismo e della solidarietà alpina, della tutela e della valorizzazione dell'ambiente e delle risorse montane, della conoscenza e della promozione della cultura, della sotria e delle tradizioni della gente di montagna.

Partner dell'evento 2013 è stato il Comune di Longarone. Dopo l'ultima edizione nel Cadore di Tiziano, il Pelmo è sceso lungo il Piave nel ricordo del 50° del Vajont e con incontri sulla montagna. Accolta da Roberto Padrin, Sindaco di Longarone, con la piena consapevolezza di offrire, idealmente, alla montagna e ai montanari, attraverso questa prestigiosa iniziativa, l'opportunità di raccogliere un “pezzo” di Vajont e portarlo sulle “creste” silenziose delle montagne, la cerimonia di consegna dei premi si è tenuta sabato 27 luglio 2013 dalle ore 10 nel Centro Culturale “F. Parri” di Longarone.

I premiati Pelmo d’oro 2013 (Venturino De Bona, Renato Panciera, Franco Solina, Walter Musizza, Giovanni De Donà) sono stati presentati dal giornalista sportivo Giovanni Viel ed introdotti da brevi filmati curati da Italo Zandonella Callegher. Tornato per questa edizione anche il premio dedicato a Giuliano De Marchi, già componente della Giuria Pelmo d’oro, che quest’anno è assegnato all'Equipe Ambulatorio intitolato a suo nome, per l'impegno di uomini e donne che con il loro altruismo hanno reso grande la famiglia delle Dolomiti anche nel segno della solidarietà. Il premio consiste in un'erogazione all'Ambulatorio e l'opera pittorica “Avvolto dall'immenso del meriggio il Pelmo è tutto d'oro”, donata dall'artista bellunese Mario Battocchio.

Una menzione speciale è stata assegnata a Francesco Turrin, il Premio Speciale Pelmo d'oro 2013 al Club Alpino Italiano e il Premio Speciale della Provincia a Mario Fabbri che è stato premiato con l'opera di Dario Stragà “La montagna insegna” donata dal comune di Longarone.

Fondamentale l'apporto del Club Alpino Italiano, il cui prezioso sostegno ha garantito per il 2013 il ripetersi della manifestazione che ha visto riconoscimenti ad alpinisti ed appassionati che, attraverso l'amore per la montagna, hanno contribuito in modo significativo alla conoscenza, valorizzazione e divulgazione delle Dolomiti bellunesi e del patrimonio naturalistico ed ambientale della provincia di Belluno. Il Premio Pelmo d'oro rientra infatti nel “Progetto Permanente del CAI per la prevenzione degli incidenti in montagna “Montagnamica e Sicura” (www.montagnamicaesicura.it) promuovendo l'incontro anche con le Guide Alpine e il Soccorso Alpino. Altri importanti sostenitori degli eventi sono oltre al CAI Nazionale, il CAI Veneto e la locale sezione CAI di Longarone. Fondamentale infine il supporto di Grafiche Antiga di Crocetta del Montello.

Infine anche quest'anno gli appassionati di filatelia hanno trovato sabato 27 luglio 2013 il consueto speciale annullo filatelico dedicato al Pelmo con diversi francobolli come quello realizzato per i 150 del CAI.

Il Pelmo, che dal 1998 anno della sua istituzione, ha toccato molti dei principali centri della provincia, si pone così come esempio di buona pratica anche nel segno del riconoscimento Dolomiti Patrimonio dell'Umanità.







[ Indietro ]
credits